Sono discalculica, mica scema!

10 febbraio 2016

Sono una logopedista discalculica

Ecco a voi la storia di come ho scoperto di essere discalculica.

Quando ero bambina probabilmente non esisteva nemmeno questa parola: discalculia, e il fatto che il mio pc lo sottolinei in rosso in questo momento non è un buon segno!

Quanti di voi conoscono questa parola? Ogni volta che la pronuncio vedo facce stranite e a volte divertite, come se stessi inventando una scusa per la mia “inettitudine” in matematica.


Leggi anche Discalculia. Consigli per riconoscere e gestire questa sconosciuta

Quando frequentavo le elementari, un bambino discalculico nella migliore delle ipotesi era considerato un bambino senza alcuna propensione per la matematica. Nella peggiore delle ipotesi, la mia, era un bambino svogliato e furbo, che alla minima occasione se la svignava e che di certo non si impegnava abbastanza. Avrò sentito la frase “potrebbe fare molto di più se si impegnasse” almeno un migliaio di volte.

Non ho mai imparato le tabelline, non ho mai imparato a fare i calcoli a mente.

Al liceo le equazioni non mi riuscivano mai, mai mai mai. Eppure amavo l’algebra, mi piaceva da morire, ma non c’era una volta in cui non avevo fatto almeno un errore banale di calcolo. Mai.

A 35 anni una banale somma come 3+5 nella mia mente diventa 3… 4, 5, 6, 7, 8, contando delle dita immaginarie. E mentre lo scrivo qui sto contando i numeri per essere sicura di aver scritto bene.

Ho seri problemi con il resto, se pago in contanti mi affido totalmente alle abilità matematiche del cassiere o al buon funzionamento della cassa, anche se provassi a fare i calcoli sulla calcolatrice del mio telefono di certo rischierei di scambiare i numeri e comunque sbagliare il calcolo.

Ho scoperto di essere discalculica durante il mio percorso di studi, una logopedista discalculica non è come un calzolaio con le scarpe rotte, come un idraulico con il rubinetto che perde o una parrucchiera con i capelli in disordine, semplicemente perché il calzolaio saprebbe sistemarsi le scarpe, l’idraulico il rubinetto e il parrucchiere i capelli. Non sono nemmeno come un cieco che vuol fare l’oculista, saprei trattare un bambino con discalculia, per essere concreti. Ecco, diciamo che sono più come un allergologo con l’allergia.

In ogni caso il punto è che chiunque scopra questa cosa trova difficile comprendere come si possa avere tali difficoltà e finisce per ritenere la cosa una banale mancanza di allenamento.

Per di più ho un marito super genio, che saprebbe calcolare il 17% di 1350 mentre stai ancora finendo di formulare la domanda.

Una volta per tutte voglio dire al mondo: non è colpa mia! Non sono stupida!

La discalculia è un disturbo dell’apprendimento che comporta un rallentamento del processo di calcolo, ma non lo rende impossibile, datemi tempo!

Tutto questo per dirvi che un bambino discalculico è intelligente tanto quanto un bambino che non lo è, se non di più. Un discalculico ha solo bisogno di tempo ed eventualmente di strumenti compensativi.


Leggi anche Come si diagnostica la discalculia in età adulta. Test di screening.

 

Marianna Pappalardi

Logopedista discalculica

Creative Director di Marshmallow Games

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

Se ti piacciono i nostri articoli lasciaci la tua mail per rimanere sempre aggiornato.

Registrazione effettuata con successo!

Scrivi un commento
Discalculia: consigli per riconoscere e gestire questa sconosciuta10 giochi da fare insieme ai vostri bambini… Dal più movimentato al più rilassante! (3-5 anni)
All comments (16)
  • Sara
    14 febbraio 2016 at 15:12

    Ciao! Ho studiato la discalculia in ambito universitario grazie ad una materia chiamata "pedagogia speciale e dell'inclusione" e quindi in ambito dei DSA (disturbi specifici […] Read MoreCiao! Ho studiato la discalculia in ambito universitario grazie ad una materia chiamata "pedagogia speciale e dell'inclusione" e quindi in ambito dei DSA (disturbi specifici d'apprendimento). Questo articolo mi è piaciuto tantissimo in quanto mi ritrovo in tutto ciò che è stato scritto. Credo di esserlo anche io in quanto le tabelline zero, resto nei supermercati zero ed anche io ho un fidanzato che essendo ingegnere mi prende in giro eheh Nell'ambito scolastico quando maestri e professori vedevano che avevo difficoltà mi hanno sempre lasciato indietro con il risultato che ho dovuto ricorrere a delle ripetizioni private. Morale? Allenamenti saltuari in campo matematico e sempre meno interesse per la materia. Mi rendo conto che strumenti compensativi per me non ci sono stati, ma qualche volta in altre discipline o raramente anche nella matematica mi sono sentita dire, con una certa ammirazione, dai compagni di classe: "riesci a capire le cose più complicate e non le piú semplici!" Comprendo benissimo i bambini con discalculia e come futura maestra non mi sognerò mai di penalizzarli o umiliarli davanti al resto della classe evidenziando i loro problemi con espressioni schifate o altro. I bambini con discalculia hanno questi disturbi anche per fattori sociali-economici-linguistici per cui farò del mio meglio per fare della loro mente la numero uno in classe. Read Less

    Reply
    • Marianna Pappalardi
      @Sara
      15 febbraio 2016 at 9:15

      Grazie Sara! Più che per i complimenti grazie per i tuoi ottimi propositi! Spero che tu riesca nel tuo proposito, ogni bambino con DSA merita […] Read MoreGrazie Sara! Più che per i complimenti grazie per i tuoi ottimi propositi! Spero che tu riesca nel tuo proposito, ogni bambino con DSA merita una maestra che ragioni esattamente come te! Read Less

      Reply
  • stefania
    19 febbraio 2016 at 1:36

    Anche io sono discalcula, ma 60 anni fa era un disturbo completamente sconosciuto. Il risultato è stato la convinzione di essere una bambina più stupida […] Read MoreAnche io sono discalcula, ma 60 anni fa era un disturbo completamente sconosciuto. Il risultato è stato la convinzione di essere una bambina più stupida delle altre. Con conseguente perdita di autostima e odio per la frequentazione scolastica. Infatti mi sono fermata alla terza media....... Con il tempo mi sono "riscattata", poiché, chi soffre di questo disturbo lo sa, la difficolta di memorizzare formule matematiche ti porta ad elaborare ogni volta una nuova formula per non rimanere indietro, questo esercizio di rielaborazione sistematica ti conduce ad una velocità di ragionamento superiore alla media. In conclusione, ho conseguito il "first certificate of Cambridge" in un anno, anziché cinque. Ho imparato il francese in un mese. Sono stata in Italia, fra i primi 10 che creavano pagine web.....autodidatticamente. Inoltre essendo una lettrice patologica ho divorato migliaia e migliaia di libri, in conclusione per gli altri sono un intellettuale di statura......ma dentro di me, sono sempre la bimba stupida ed emarginata. Da qui la completa ammirazione a quelle figure, che avendo il futuro di bambini tra le mani, sono in grado di individuare ed aiutare chi soffre di questo disturbo. Con stima, Stefania Read Less

    Reply
    • Marianna Pappalardi
      @stefania
      22 febbraio 2016 at 16:25

      Ciao Stefania. Mi ritrovo moltissimo in questo tuo commento, anche io ho avuto e sto avendo la mia possibilità di riscatto, ma sicuramente questo "neo" […] Read MoreCiao Stefania. Mi ritrovo moltissimo in questo tuo commento, anche io ho avuto e sto avendo la mia possibilità di riscatto, ma sicuramente questo "neo" resta e rimarrà sempre. Ti ringrazio davvero tanto per il tuo commento. :) Marianna Read Less

      Reply
  • stefania
    19 febbraio 2016 at 1:40

    Io non distinguo e non ho mai distinto, la destra dalla sinistra. Qualcuno di voi ha questo problema? Potrebbe relazionarsi alla discalculia?

    Reply
    • Marianna Pappalardi
      @stefania
      22 febbraio 2016 at 16:25

      Si, certamente ci può essere relazione. Leggi http://blog.marshmallow-games.com/come-si-diagnostica-la-discalculia-in-eta-adulta-test-di-screening/, potrebbe essere utile a fare chiarezza.

      Reply
  • Maria Luce
    19 febbraio 2016 at 16:03

    Ciao, ho sentito parlare di discalculia per la prima volta quest'anno, in quinta superiore. Con la matematica ho sempre avuto problemi già dalle elementari, sia […] Read MoreCiao, ho sentito parlare di discalculia per la prima volta quest'anno, in quinta superiore. Con la matematica ho sempre avuto problemi già dalle elementari, sia ad imparare le tabelline che a fare i calcoli più semplici. Tutt'ora non so né le tabelline né riesco a contare senza le dita, anche se si tratta di calcoli elementari come 8+7. Forse la mia è solamente pigrizia e la mancanza di una base matematica (che alle elementari abbiamo affrontato molto male) sommata al fatto che non sono portata per le materie scientifiche, ma come posso saperlo con certezza? C'è la possibilità di fare un test o qualcosa del genere per capirlo? Grazie mille per l'articolo! Read Less

    Reply
    • Marianna Pappalardi
      @Maria Luce
      22 febbraio 2016 at 17:20

      Ciao Maria Luce. Puoi leggere questo articolo http://blog.marshmallow-games.com/come-si-diagnostica-la-discalculia-in-eta-adulta-test-di-screening/, potrebbe essere utile a fare chiarezza. :)

      Reply
  • Rosalinda Marrone
    20 febbraio 2016 at 13:00

    Wow!!! A 45 anni ho scoperto come si chiama il mio problema,ho sempre pensato di essere poco intelligente,pur riuscendo il altro in modo eccellente la […] Read MoreWow!!! A 45 anni ho scoperto come si chiama il mio problema,ho sempre pensato di essere poco intelligente,pur riuscendo il altro in modo eccellente la matematica non è mai stata il mio forte,l'anno scorso ho provato ad ottenere il mio diploma di scuola superiore ed ho fallito,non ho superato il test di matematica...... Read Less

    Reply
    • Marianna Pappalardi
      @Rosalinda Marrone
      22 febbraio 2016 at 16:03

      Cara Rosalinda, purtroppo moltissime persone si ritrovano nella stessa situazione, questo perché gli studi sulla discalculia sono relativamente recenti e comunque c'è ancora molta disinformazione. […] Read MoreCara Rosalinda, purtroppo moltissime persone si ritrovano nella stessa situazione, questo perché gli studi sulla discalculia sono relativamente recenti e comunque c'è ancora molta disinformazione. Sicuramente l'allenamento può aiutare, ma come gli altri disturbi di apprendimento è una condizione che non si risolve. Bisogna conviverci serenamente, come faccio io :) Read Less

      Reply

Scrivi il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COSA FACCIAMO
Marshmallow Games crea app educative per bambini e ragazzi, per una nuova entusiasmante esperienza di apprendimento! Scopri di più su www.marshmallow-games.com
Street Music Academy – Tutto è musica!
Scarica Street Music Academy
Nuovi di zecca!
I più amati
bimbo_ansia_newsletter

Cosa aspetti ad iscriverti?!

Giochi divertenti, consigli e informazioni utili per lo sviluppo del tuo bambino.

Registrazione effettuata con successo!