Sonnellino pomeridiano per i bambini: sì o no?

2 agosto 2016

Il riposino pomeridiano è una sana abitudine per il bambino. Ecco i diversi benefici e i consigli per aiutarlo a dormire

Una delle domande sulle quali si arrovellano maggiormente i genitori riguarda il sonnellino pomeridiano per i bimbi. Fa bene o no? Le ricerche scientifiche in merito sono numerose e molte tendono a mettere in primo piano risultati positivi per quanto concerne il sonno pediatrico fuori dalle ore notturne.

Adesso qualcuno starà pensando che il sonnellino pomeridiano è rischioso per quanto riguarda la qualità del sonno notturno, che è messa a forte repentaglio con conseguenti problemi di stress  sia per i genitori sia per il bambino.

Non è un ragionamento totalmente sbagliato, ma riguarda solo quei casi in cui il sonnellino pomeridiano viene prolungato per troppo tempo, stravolgendo quindi i normali ritmi sonno-veglia.

Dunque il pisolino durante la giornata va bene, a patto che non sia più lungo di 20/30 minuti.

I benefici del sonnellino pomeridiano

Ma quali sono i suoi benefici più importanti?

  • Prima di tutto la possibilità di ricaricarsi, che è fondamentale per i bambini nei primi anni di vita, che alla scuola dell’infanzia vivono giornate spesso caratterizzate da un impegno fisico importante per via del gioco.Da non dimenticare è anche il fatto che i ritmi frenetici che caratterizzano la vita degli adulti influenzano anche la quotidianità dei bambini, che spesso dormono poche ore a notte per via della necessità che gli adulti hanno di conciliare la vita genitoriale con gli impegni professionali.
  • Un altro vantaggio del pisolino pomeridiano nei bambini di età inferiore ai 3 anni riguarda la possibilità di recuperare le energie e di migliorare le prestazioni cognitive. Durante i 20/30 minuti di riposo il piccolo ha infatti modo di rielaborare le informazioni acquisite durante la giornata e le emozioni vissute, con esiti positivi per quanto riguarda l’apprendimento e l’efficienza della memoria.

Consigli per aiutare il bambino a dormire

Adesso bisogna capire come evitare che il piccolo rifiuti il sonnellino. I consigli al proposito sono molto semplici: basta creare una routine mettendo in primo piano la musica di un carillon e facendo un po’ di coccole al bimbo (se non è stato ancora svezzato in generale si sconsiglia di porgere il seno per calmarlo prima del pisolino).

Un altro accorgimento riguarda la luce, che non dovrebbe essere abbassata troppo ma lasciata leggermente attenuata. Ovviamente il bambino va messo a letto per il pisolino pomeridiano – e anche la sera – in un ambiente tranquillo e silenzioso, possibilmente lontano da fonti di rumore come la televisione ad alto volume, i telefoni che suonano e il vociare continuo di altre persone.


Visita la nostra sezione “Consigli”

 

Dott.ssa Miolì Chiung

Responsabile Studio di Psicologia Salem

www.studiosalem.it

 

About author Dott.ssa Miolì Chiung

Dottoressa-chiung-studio-salem

Miolì Chiung, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Nel 2009 fonda lo Studio di Psicologia Salem, un progetto di ampio spessore incentrato sul benessere psicologico dell’individuo, dai processi di prevenzione fino a tutto quello che riguarda la cura. Ha approfondito i suoi studi con numerosi master e corsi. Applicatrice Metodo Feuerstein e ottima conoscitrice della testistica psicodiagnostica dell’età evolutiva e adulta. Ama i libri, la cucina ma la sua grande passione è il mare!

Scrivi un commento
Filastrocca della giraffaLitigi tra bambini durante il gioco: Che fare? 8 suggerimenti

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COSA FACCIAMO
Marshmallow Games crea app educative per bambini e ragazzi, per una nuova entusiasmante esperienza di apprendimento! Scopri di più su www.marshmallow-games.com
Scarica Hexaparty!
Scarica Hexaparty!
Nuovi di zecca!
I più amati