È giusto mentire ai propri figli?

4 luglio 2016

Mentire ai bambini per la volontà di proteggerli ma quanto è giusto dire bugie ai propri figli?

Sono tantissimi i genitori che, quando entrano nel mio studio, mi chiedono se sia giusto o meno mentire ai propri figli con delle ‘bugie bianche’ soprattutto in situazioni di difficoltà a livello familiare come le separazioni o i lutti.

Prima di entrare nel vivo del tema penso sia giusto ricordare che alla base di questo dubbio vi è la volontà di proteggere i bambini, in quanto li si considera troppo piccoli per capire senza traumi certe dinamiche.

Ogni situazione fa storia a sé, ma è bene specificare che, in generale, mentire ai bambini su questioni importanti è sbagliato. Per quale motivo? Per il semplice fatto che vedendo le reazioni dei genitori possono arrivare a pensare che siano dovute al loro comportamento e non a un avvenimento esterno.

Questo succede in particolare quando sono molto piccoli e vedono nell’esempio e negli atteggiamenti della mamma e del papà un punto di riferimento imprescindibile per la crescita.

Perché questo percorso avvenga in maniera serena è infatti necessario che il piccolo capisca che la vita è fatta anche di emozioni negative e di momenti di difficoltà e che impari ad affrontare tutto ciò con la guida del genitore.

Come parlare di una separazione o di un lutto?

Nel caso di una separazione è per esempio inutile dire che il partner che ha deciso di trovare un’altra situazione abitativa è in viaggio. L’approccio migliore consiste nel mettere in primo piano la verità in maniera chiara e semplice, spiegando che mamma e papà non stanno più insieme ma che il loro amore nei confronti dei figli non cambia.

Come gestire invece situazioni più complicate come i lutti? Prima di tutto è fondamentale evitare di essere evasivi. Se i bambini sono molto piccoli si può ricorrere a storie fantasiose, che possono rassicurarli ma anche aiutarli a sviluppare una coscienza dell’interruzione della vita.

Per i bambini più grandi (dai 3 anni in su), che questa consapevolezza in parte l’hanno già maturata, vale l’importanza di parlare chiaro, evitando, se non si crede, di lasciarsi andare a spiegazioni legate all’ambito religioso, ma facendo per esempio leva sul ricordo della persona venuta a mancare e sulla possibilità di tenerlo vivo con il pensiero.

Le ‘bugie bianche’ sono concesse?

Cosa dire infine delle bugie bianche, ossia di quelle piccole menzogne che i genitori dicono frequentemente per semplificarsi la vita o per far desistere i figli da un comportamento sbagliato?

Diversi studi sull’argomento affermano che è bene non eccedere, dal momento che quando i bambini capiscono il meccanismo finiscono poi con il perdere la fiducia nei genitori.

Continuare per esempio a dire a un bambino che se non si lava le orecchie poi gli spunta il prezzemolo è più facile sul momento, ma poi diventa un ostacolo alla comprensione dell’effettiva importanza dell’igiene personale nella vita quotidiana.

L’intelligenza dei bambini non dovrebbe mai essere sottovalutata e spiegare loro fin da subito che la vita si basa su regole e circostanze non sempre felici è un modo per aiutarli a svilupparla e per facilitare lo sviluppo dell’autostima.

 

Dott.ssa Miolì Chiung

Responsabile Studio di Psicologia Salem

www.studiosalem.it

Scrivi un commento
8 complimenti che i bambini hanno bisogno di sentireEducare con lo sport: il ruolo dell’Educatore/Animatore

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COSA FACCIAMO
Marshmallow Games crea app educative per bambini e ragazzi, per una nuova entusiasmante esperienza di apprendimento! Scopri di più su www.marshmallow-games.com
Diventa nostro socio!
Investi in Marshmallow Games

Con Marshmallow Games siamo protagonisti di una campagna di equity crowdfunding sul portale Mamacrowd. Il nostro obiettivo è raccogliere 100.000€ attraverso l’ingresso di nuovi soci.

Nuovi di zecca!
I più amati