8 attività che stimolano lo sviluppo psico-motorio del vostro bambino

21 marzo 2016

Alcune attività per stimolare lo sviluppo psicomotorio del bambino dai 3 ai 18 mesi 

Secondo gli studi di Piaget i processi alla base dello sviluppo del bambino durante i primi anni di vita sono: la ripetizione di attività che il bambino conosce e la modifica di tali comportamenti dovuta a cambiamenti dell’ambiente circostante. Possiamo condizionare e migliorare l’andamento dello sviluppo psicomotorio del nostro bambino fornendogli attività e cambiando continuamente gli stimoli ambientali.

Lo sviluppo psicomotorio 

Vi proponiamo quindi delle attività da svolgere con il vostro bambino, mese per mese, per incoraggiare un corretto sviluppo psicologico e motorio del piccolo:

3 mesi – Sorridete sorridete sorridete

A 12 settimane il vostro piccolo inizia a sperimentare il distacco e inizierà a sviluppare la capacità di sorridere, che all’inizio sarà non intenzionale, ma più avanti diventerà un vero e proprio segno distintivo capace di comunicare simpatia o disagio a seconda delle situazioni e delle persone coinvolte. E quindi via a grandi sorrisi, facce e versi buffi, che vi fanno sentire stupidi mentre li fate, ma che sicuramente sono utili a dare la prima impronta comunicativa al vostro bambino.

4 mesi – Sedia sediola

Conoscete questo gioco? Io lo facevo da piccola e ora lo faccio continuamente con mio figlio. Si mette il bimbo sulle gambe e lo si fa dondolare. Perché? Il bambino tra il terzo e il quarto mese inizia a mantenere la testa dritta e anche il busto inizia a non cedere più, quindi possiamo sfruttare questo giochino per insegnare al bimbo a stare in equilibrio e a fare quel movimento che, una volta trovata la stabilità, lo aiuterà ad alzarsi per camminare. Non è importante che cantiate una canzone mentre lo fate, ma sicuramente potrebbe rendere il momento ancora più divertente per il piccolo.


Leggi anche Come imparare a capire il tuo bambino: tre preziosi consigli.

6 mesi – Il cestino dei tesori

A 6 mesi il vostro piccolo inizierà a stare seduto senza sbilanciarsi, merito del periodo di maturazione neuromuscolare che sta attraversando e che piano piano, intorno ai 10 mesi, lo porterà alla piena stabilità, ma oltre a ciò inizierà anche ad affinare la prensione manuale, che gli consentirà di afferrare gli oggetti.

È quindi giunta l’ora di costruire il montessoriano cestino dei tesori. È facile, non preoccupatevi, basta un cestino (in genere di vimini) riempito di oggetti di uso comune di varie dimensioni e materiali che siano sicuri (si prediligano quelli naturali) e viene dato libero spazio al bambino di giocare con i giochi, senza limiti.

Il bambino potrà decidere di passare gli oggetti da una mano all’altra, metterli in bocca o buttarli fuori dal cestino. Può fare quello che vuole e noi adulti non dobbiamo far altro che osservare, o farci finalmente un caffè in pace se il bimbo è assorto nei suoi giochi. Questi giochi risulteranno utili non solo per conoscere le cose nelle sue varie forme, insegneranno anche al vostro bimbo a conoscere le varie consistenze degli oggetti. L’unica cosa che raccomandata è di inserire nella cesta dei giochi “adeguati” all’età del vostro bimbo, visto che sicuramente li porterà alla bocca.

7 mesi – Filastrocche e ninne nanne

Siamo giunti al periodo cosiddetto della lallazione, ossia la ripetizione di una consonante e una vocale insieme (es. Ma–ma–ma; pa–pa–pa), periodo che anticipa il vero e proprio linguaggio, mediante il quale il bambino sperimenta i suoni delle parole e inizia ad acquisire una serie di competenze utili per il suo sviluppo, tra cui quelle motorie, attraverso cui sarà in grado di controllare la mandibola, cognitive, che gli consentiranno di passare ad una comunicazione intenzionale e finalizzata ed identificative, con cui il bambino inizia a vedere se stesso come diverso dagli altri.

Quindi possiamo raccontare al nostro bimbo delle filastrocche e ninne nanne, magari quelle che ci raccontavano le nostre mamme o le nostre nonne e ad iniziare a “lallare” insieme a lui.

Diventa utile quindi chiacchierare con il nostro bambino imitando i suoni da lui utilizzati, questo consentirà al piccolo di constatare che è presente un rapporto comunicativo e che quindi in qualche modo lui sta riuscendo a parlare con noi.


Leggi anche Perché dovreste leggere più filastrocche.

9 mesi – Farfallina e batti le mani

Arrivati a questo punto il vostro bambino sarà in grado di fare moltissime cose, possiamo anche iniziare a puntare sulla motricità manuale per giocare insieme. Ora possiamo fare con lui/lei giochi come batti le manine e farfallina. Questi semplici giochi aiuteranno il vostro bambino nella coordinazione motoria.

10 mesi – Bubu settete

A questa età il bambino inizia a manifestare ansia di fronte ad alcune situazioni inattese o a persone sconosciute, ma voi potete aiutare il vostro bimbo a superare questo con un semplice gioco, il famoso bubu settete. Questo gioco, famoso dai tempi dei tempi non è altro che l’antesignano del nascondino (credo lo facessero anche nel paleolitico, da quel che mi raccontava mia nonna!) e la sua funzione è quella di aiutare il vostro bimbo ad abituarsi al distacco con voi e a rimanere soli; ovviamente non dovete sparire per un’ora quando il vostro bimbo chiude gli occhi, chiudendo gli occhi il vostro bambino non vi vede per alcuni secondi e per lui è come se fossero dieci minuti, e così piano piano imparerà a non vedervi e a stare lontano da voi per sempre più tempo.

12 mesi – Marionette, favole e giochi

Mamme, è giunto il momento di dare pieno sfogo alla vostra fantasia! Dopo i 12 mesi il vostro bimbo farà passi da gigante nel suo sviluppo che lo porteranno a sviluppare il ragionamento. Il ragionamento gli permette di modificare gli schemi cha ha acquisito nei mesi precedenti, adattando situazioni diverse per raggiungere uno stesso obiettivo, sviluppando inoltre la capacità di figurarsi oggetti non presenti il quel momento e di utilizzare il linguaggio.

In questa fase potrebbe essere divertente usare delle marionette e inventare delle favole, le quali diventano un ottimo mezzo per comunicare al vostro bimbo quello che desiderate, come per esempio cosa si deve o non si deve fare. E’ inoltre molto importante stimolare la fantasia dei bambini, poiché questa serve a sviluppare un mondo interno che servirà loro a costruire e a vivere delle situazioni ipotetiche che corrispondono alle vicende della vita reale (per esempio giocare con bambole/bambolotti).


Leggi anche Lo sviluppo del pensiero logico nei bambini: 6 giochi e qualche consiglio.

18 mesi – Giochi elettronici e la palla

Dopo i 18 mesi il vostro bimbo sarà in grado, mese dopo mese, di utilizzare il linguaggio come mezzo di comunicazione ed inizierà ad apprezzare i vostri discorsi. Sempre presenti al loro fianco, potrete scegliere dei giochi adeguati all’età del bambino, parlo anche di giochi elettronici, incoraggiandolo ad imparare a contare, facendo giochi di memoria o giochi musicali che stimolano il suo senso ritmico. Altro strumento importante è la palla, uno dei giochi più completi da fare con i bambini: sembra un gioco semplice, ma aiuta i vostri bimbi a migliorare costantemente la sua motricità e la sua coordinazione.

Dopo tutti questi suggerimenti non mi resta altro che augurarvi buon divertimento con i vostri bimbi, ricordando che stimolarli è di sicuro utile, ma a volte basta anche solo passare del tempo insieme, perché il gioco stesso è educativo.

 

Dott.ssa Francesca Picchi

Mamma e Psicologa

Fondatrice di Attenta-Mente

Scrivi un commento
App educative, come e quali scegliere: il punto di vista dell’espertoBambini, tecnologia e apprendimento: piccola guida per un rapporto sano

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COSA FACCIAMO
Marshmallow Games crea app educative per bambini e ragazzi, per una nuova entusiasmante esperienza di apprendimento! Scopri di più su www.marshmallow-games.com
Diventa nostro socio!
Investi in Marshmallow Games

Con Marshmallow Games siamo protagonisti di una campagna di equity crowdfunding sul portale Mamacrowd. Il nostro obiettivo è raccogliere 100.000€ attraverso l’ingresso di nuovi soci.

Nuovi di zecca!
I più amati